Vivacità e innovazione animano l’industria asiatica dei nastri per connectors

  |   news   |   No comment

electronics-581598_640

Nuove tecnologie di rivestimento, nuove leghe, nuovi investimenti e alleanze movimentano l’industria dei nastri per connectors in Asia.

 

I produttori asiatici di nastri in rame e leghe di rame per connectors danno segni di notevole vitalità.

 

Negli ultimi mesi, uno dei maggiori produttori del settore, Mitsubishi Shindoh, ha sviluppato, insieme alla sua società capogruppo Mitsubishi Material Corp., una tecnologia di stagnatura a bassa frizione per nastri in leghe di rame da utilizzare nell’industria dei connectors per il settore automobilistico. La tecnologia si chiama “PIC plated®”, dove PIC è l’acronimo per Precise Interface Control.

 

Nel campo dei materiali speciali per connectors, Mitsubishi Shindoh ha anche da poco brevettato una nuova lega di rame a base di zinco, una sorta di HPB (High Performance Brass, Ottone ad Alta Performance), denominata MNEX® (CuZn27Sn0,5Ni-Fe-P-Co), non troppo dissimile da altre leghe HPB sviluppate recentemente da altri fornitori quali KME (STOL®30) e Wieland (S30 Supralloy®).

 

Un altro importante produttore asiatico, Kobe Steel, ha recentemente annunciato di aver concesso licenza a Wieland Werke per una nuova tecnologia di rivestimento per nastri in leghe di rame per connectors. La nuova tecnologia, denominata New Reflow Plating e sviluppata da Kobe Steel nel 2007, permette di produrre connectors con una forza di inserimento 30% inferiore a quella ottenibile con un processo di stagnatura reflow convenzionale. Ciò consente di migliorare la produttività nel processo di assemblaggio.

 

Kobe Steel già fornisce questo tipo di materiale ai propri clienti asiatici; il nuovo accordo di licenza con Wieland permetterà al produttore giapponese di allargare la propria capacità di offerta per questo prodotto anche a utilizzatori Europei e nordamericani.

 

Questo nuovo accordo tra Kobe Steel e Wieland rafforza una relazione sul piano delle licenze tra le due società iniziata nel 2009 (licenza a Wieland per la serie SuperKFC™ di leghe di rame per lead-frames) e estesa una prima volta nel 2012 (licenza a Wieland della lega di rame CAC™ 5 per connectors).

 

Ma l’industria asiatica è vitale anche sul piano dei progetti di espansione e di investimento. Altri due produttori asiatici, la giapponese Furukawa Electric e la cinese Anhui Xinke New Materials hanno recentemente annunciato la loro intenzione di espandere la propria attività nel settore dei nastri per connectors per il settore automobilistico.

 

Furukawa Electric ha annunciato di volere incrementare il peso di queste produzioni dall’attuale 45% al 75% dei propri volumi di laminati entro il 2017.  Il produttore giapponese punta a raddoppiare produzione e vendite in questo comparto dalle attuali 1.500 tonnellate/mese a 3.000 t/m, attraverso miglioramenti logistici, nella competitività dei costi e nel customer service.

 

In aggiunta, alla fine del 2014, Furukawa Electric ha anche annunciato i suoi piani di rafforzamento della cooperazione con il produttore cinese Anhui Xinke New Materials Co., cooperazione iniziata nel 2010, quando la società cinese aveva acquistato il 60% di Furukawa Metal (Wuxi) Co., società cinese di Furukawa Electric produttrice di nastro di bronzo a Wuxi.  Anhui Xinke New Materials, quotata alla borsa di Shanghai dal 2000, ha un portafoglio prodotti semilavorati a base di rame abbastanza completo, che include anche fili e vergella; nel settore dei laminati punta a accrescere la propria presenza nel segmento di alta gamma. Proprio in quest’ottica, nel 2012, Anhui Xinke New Materials aveva anche annunciato un consistente piano di investimenti per rafforzare proprio le sue produzioni di nastri in rame e leghe di rame di alta qualità. Il nuovo stabilimento, la cui entrata in funzione, era prevista proprio per la fine del 2014, dovrebbe consentire la produzione di 10.000 tonnellate/anno di nastro per connectors.

 

Questo progetto prevedeva il supporto tecnico proprio di Furukawa Electric e questo nuovo annuncio di rafforzamento dell’assistenza tecnica di Furukawa Electric a Anhui Xinke New Materials potrebbe essere collegata all’implementazione di questo progetto.

 

Nel frattempo, anche KMD (HK) Holding Limited, la joint venture tra KME Group e la cinese Golden Dragon Precise Copper Tube Group Inc, sta preparando la sua produzione futura di nastri per connectors in Cina. La società ha infatti incaricato MINO per la modernizzazione e l’upgrading di cinque line produttive per nastro in leghe di rame, provenienti dalla dismissione di linee precedentemente operanti nell’ex- stabilimento francese di KME di Sérifontaine. Le nuove linee saranno completamente modernizzate prima della loro installazione nello stabilimento di Xinxiang City (Henan Province).

 

Le informazioni riportate sopra fanno parte dei contenuti pubblicati nel nr.1-2015 della nostra newsletter CFCM – Copper Fabricator Competitive Monitor. Il CFCM è una pubblicazione mensile di Cu2 Consulting che monitora i cambiamenti più significativi nell’industria mondiale dei semilavorati rame, uno strumento fondamentale per rimanere costantemente aggiornati sui principali sviluppi del settore.

 

Il CFCM è disponibile su abbonamento. Contattaci oggi per i dettagli: info@cu2consulting.com

 

Torna alle news
No Comments

Post A Comment