Torna a crescere il mercato auto in Europa, produttori sempre più attivi sul fronte delle nuove tecnologie a basso impatto ambientale

  |   news   |   No comment

Nuove immatricolazioni in Europa in crescita del 6.9% nei primi cinque mesi del 2014, Ford e Samsung sviluppano insieme nuove tecnologie per il comparto delle auto elettriche e ibride

 

Dopo essere calate di oltre il 16% tra il 2013 e il 2008 le immatricolazioni di nuove auto in Europa tornano a crescere nel 2014.

 

Secondo i dati resi noti da ACEA (Associazione Europea Produttori Auto), la domanda di immatricolazioni nella zona UE è cresciuta a maggio per il nono mese consecutivo mettendo a segno un incremento del 4,5% anno-su-anno. A livello geografico le immatricolazioni sono cresciute in tutti i principali Paesi europei, con la sola significativa eccezione dell’Italia dove la domanda di nuove automobili è calata del -3,8% anno-su-anno. I tassi di crescita più sostenuti sono stati riscontrati in Spagna (+16,9%), Regno Unito (+7,7%) e Germania (+5,2%), mentre il mercato in Francia è rimasto pressoché stabile (+0,3%).

 

Su base annua, nel periodo Gennaio-Maggio 2014, le nuove immatricolazioni sono aumentate del 6.9% anno-su-anno superando le 5,4 milioni di unità. A livello di singolo Paese la domanda nei primi cinque mesi dell’anno è cresciuta intorno al 3% in Francia, Germania e Italia, mentre tassi a doppia cifra si sono materializzati nel Regno Unito e in Spagna.

 

Intanto, sul fronte delle case produttrici, resta vivo più che mai l’interesse per le nuove tecnologie elettriche e rinnovabili. Samsung e Ford hanno annunciato recentemente di aver sviluppato insieme un concept per una batteria agli ioni di litio che potrebbe portare ad un calo fino al 40% del peso degli attuali pacchetti utilizzati a bordo delle auto elettriche ed ibride. E sempre Ford, all’ultimo Consumer Electronics Show di Las Vegas, ha presentato C-MAX Solar Energi, un nuovo concept di auto elettrica che ricava l’energia elettrica dai pannelli fotovoltaici montati sul tetto.

 

Torna alle news
No Comments

Post A Comment