Le vendite di smartphone nel 2018 supereranno di sei volte quelle dei PC

  |   news   |   No comment

smartphone pc

I consumi di smartphone continueranno a crescere a ritmi sostenuti nei Paesi emergenti, mentre il mercato è prossimo alla saturazione nei Paesi più industrializzati

 

Secondo i dati riportati nell’ultimo Worldwide Quarterly Smart Connected Devices Tracker della società di ricerche di mercato IDC (International Data Corporation), l’uso di smart connected devices (SCD) nel 2014 crescerà a livello globale del 15.6% arrivando a sfiorare gli 1,8 miliardi di apparecchi venduti. Principale motore di crescita si confermano gli smartphone le cui vendite arriveranno nel 2018 a superare di sei volte quelle di PC.

 

Le previsioni IDC indicano vendite globali di smartphone pari a circa 2,4 miliardi di unità nel 2018. I trend a livello geografico, tuttavia, si differenzieranno molto nei prossimi anni. Nei Paesi industrializzati il mercato degli smartphone sembra essere ormai prossimo alla saturazione, mentre restano ampi margini di crescita nelle aree emergenti.

 

Le vendite di smartphone in Europa e negli Stati Uniti stanno rallentando gradualmente i propri ritmi di crescita, mentre i consumi in Giappone e Sud Corea sembrano aver raggiunto il proprio apice e ormai prossimi a calare. I consumatori non sentono più il bisogno di sostituire immediatamente un vecchio modello con uno nuovo e i principali colossi del mercato, quali Apple, Samsung e Nokia, stanno quindi puntando ad integrare la propria offerta con servizi e accessori di alta qualità come gli “smart watch”.

 

Una situazione diametralmente opposta si registra nei Paesi emergenti, dove si prevedono ancora tassi di crescita molto elevati. Secondo il rapporto IDC, le vendite di smartphone in India, Indonesia, Russia, Cina e Africa raddoppieranno entro il 2018 e la Cina coprirà da sola un terzo delle forniture mondiali. I mercati emergenti tendono tuttavia a privilegiare le versioni low-cost degli smartphone e in queste aree i leader del settore dovranno contrastare la concorrenza agguerrita dei fornitori locali a basso costo.

 

Torna alle news
No Comments

Post A Comment