Cu2 Consulting tra gli speaker della trentesima Conferenza Internazionale del Rame organizzata dal Metal Bulletin

  |   news   |   No comment

logoCu2 Consulting ha contribuito al dibattito sull’industria del rame in occasione della trentesima International Copper Conference organizzata dal Metal Bulletin, quest’anno a Lipsia dal 13 al 15 marzo.

 

Monica Di Cosimo, Co-Founder e Partner di Cu2 Consulting, ha aperto, con la sua relazione, la sessione della Conferenza dedicata al “Focus on fabricating and copper demand”, che ha visto la partecipazione di esponenti dell’industria e di esperti in varie aree dei semilavorati.

 

La presentazione di Cu2 Consulting è partita con l’analisi della situazione attuale dell’industria mondiale dei semilavorati rame e dei suoi cambiamenti recenti, per poi approfondire la situazione europea. In particolare, per quanto riguarda l’Europa, la relazione ha trattato: l’evoluzione della domanda negli ultimi 16 anni per i principali gruppi di semilavorati, la situazione attuale dell’offerta, la ristrutturazione che ha avuto luogo negli ultimi decenni e la redditività attuale dell’industria della trasformazione del rame europea e americana.

 

Monica Di Cosimo

Nell’ultima parte della sua relazione, Cu2 Consulting ha presentato la sua visione riguardo a cosa l’industria del rame dovrebbe fare per prepararsi a raccogliere le sfide future, a partire dagli errori da evitare fino all’approccio da seguire, soffermandosi in particolare sulla necessità di essere aperti e disponibili ad innovare, non solo i prodotti e i servizi, ma anche lo stesso business model, sforzandosi di pensare “al di là dei confini della singola azienda”.

 

La sessione sull’industria e la domanda dei semilavorati ha poi discusso, attraverso le altre relazioni, sulle prospettive dei tubi di rame, sull’innovazione nei prodotti laminati e sulla sostituzione nel mondo dei fili e cavi, per chiudere con una panoramica della domanda di fili e vergella in Asia.

 

Alla trentesima International Copper Conference hanno partecipato 134 delegati provenienti da 82 diverse società e da 24 Paesi.

 

I delegati presenti rappresentavano l’intera catena del valore dell’industria mondiale del rame: dalle società minerarie, ai raffinatori, ai produttori di semilavorati, ai produttori di fili e cavi fino ad alcuni dei principali utilizzatori. Tra i partecipanti, anche brokers, traders e operatori finanziari, così come fornitori di impianti e società logistiche e di ingegneria e anche società di ricerca e consulenza e associazioni collegate al mondo del rame.

Torna alle news

 

No Comments

Post A Comment